AFFRONTARE LA FINE DI UNA RELAZIONE

La fine di una relazione non è mai facile, perché rappresenta la completa distruzione di ciò che si è costruito fino al punto della rottura definitiva: termina un'intera fase della vita in cui c’è stato qualcuno con cui condividere i dubbi, le gioie, le paure e i momenti bizzarri. Non è mai facile: bene o male, ci siamo passati tutti, almeno una volta nella vita; e lo stato di sofferenza aumenta quando si è stati traditi e/o lasciati. Ci si trova a chiedere: "Ma siamo stati bene insieme. Che cosa è successo? Com’è possibile che l’amore sia finito?”

Molti iniziano una relazione con la speranza che questa non finisca mai; il matrimonio, in particolare, si basa sulla premessa del "finché morte non ci separi".  Altre volte, ci si unisce in rapporti che possano colmare la solitudine, oppure per compiacere il desiderio dei genitori o, ancora, per conformarsi alle “regole della società”. Le cause comuni di una rottura includono: differenze di personalità, mancanza di tempo trascorso insieme, infedeltà, mancanza di interazioni positive tra la coppia, bassa soddisfazione sessuale e bassa soddisfazione generale della relazione.

Per sopravvivere alla fine di un rapporto, ecco alcuni suggerimenti da cui trarre spunto di riflessione:

  • Assicurati di avere intorno le “persone giuste”. Scegli a chi vuoi raccontare ciò che ti è accaduto e ricorda: sarà qualcuno che ti aiuterà a superare questa situazione. Per questo, affidati solo a brave persone che si prendano cura di te e che ti possano dare forza. Se qualcuno non vuole assumersi questa responsabilità, non aver paura di comunicare la tua delusione: è anche un buon momento per scoprire chi ti è davvero amico e chi no.
  • Sii felice di aver incontrato questa persona. Anche se la relazione è finita, ricordati di quel tempo in cui vi siete amati e non rimpiangere mai di aver “speso troppo tempo ed energie” con questa persona: avevi scelto di stare con lui/lei, in quel momento. Hai provato amore. E questo è un fatto che non devi rinnegare.
  • Non essere crudele con l’ex. È difficile non dare la colpa a qualcuno, quando qualcosa finisce; è molto facile, invece, attribuire la colpa all’ex, ma entrambi i partner devono sapere che non c’è una responsabilità unilaterale: entrambi sono stati coinvolti in questa relazione, quindi ciascuno di essi ha creato delle occasioni per la fine del rapporto. Il sentimento sarà altalenante: si proveranno amore e odio, a fasi alterne, ma non bisognerà mai dimenticare che, forse, tutto era già “nell’aria”. Da entrambe le parti.
  • Non hai bisogno di capire perché è finita. Cercherai di trovare delle spiegazioni e ad ogni risposta, ti sembrerà di non aver compreso appieno la vera motivazione: potrai provare a capire cos’è andato storto, ma proverai sempre dolore, tristezza e rabbia nei confronti di qualcuno a cui tieni ancora. Forse, quando la tua anima sarà pronta per andare avanti, le domande troveranno una risposta ma, nel frattempo, concentrati sull'andare avanti e sull’accettare la situazione: è l’unica cosa che puoi fare.
  • Datti un po' di tempo e spazio. All’improvviso, ti ritrovi con tanto tempo libero. Quando eri ancora nella tua relazione, pensavi che non ci fossero abbastanza ore in un giorno, e ora, guarda quante cose puoi fare. Dedicati a te, adesso, trova nuove attività, anche quelle che avresti sempre voluto provare: questo è il momento di fare qualsiasi cosa ti faccia sentire meglio: anche se si tratta di nuovi piccoli gesti banali, sperimentali senza indugio.
  • Puoi sentirti triste. Se ti senti triste per la rottura, lascia che queste emozioni arrivino: sono dentro di te, sono reali, perché ciò che hai vissuto è stato importante. Ti è permesso essere umano/a: è normale piangere, dopo che una relazione finisce. Permettiti di esprimere il dolore che senti, ma non chiuderti alla vita: esiste molto di più di un ex partner, quindi, non lasciarti schiacciare dalla depressione. Ci sono molte cose che puoi ora che sei single.
  • Non hai l’obbligo di essere suo/a amico/a. Forse, quando ancora stavate insieme, vi siete ripromessi di rimanere amici se mai aveste rotto il legame, senza pensare che sarebbe mai finita davvero. Ma avete fatto quella promessa quando eravate ancora una coppia. Parte del processo di essere di nuovo single è seguire il tuo istinto nel fare tutto ciò che è necessario per sentirti meglio il prima possibile. E, se il tuo istinto dice che non puoi sopportare di essere amico/a dell’ex, in questo momento, non esserlo. Datevi il tempo e le distanze necessari per guarire dal dolore e rinnovate la vostra amicizia quando e se sarete pronti.
  • Goditi il ​​tuo tempo di solitudine. Può essere molto difficile essere di nuovo soli, e non solo come single. Tuttavia, prima di aprirti a nuove relazioni, impara ad essere solo/a con te stesso/a: sei una persona diversa da quando hai iniziato a uscire con l’ex, è importante toccare il tuo fondo. È il momento perfetto per ridefinire chi sei e cosa vuoi nella tua vita, e non è qualcosa che puoi fare se non ti dai il tempo necessario nella tua sola compagnia. È molto importante che tu segua consigli altrui solo se ritieni che abbiano senso per te: l'unica cosa che conta, adesso, sei tu. Tu sei l'unica persona che sa cosa vuol dire essere nella tua situazione specifica, e che sa cosa è meglio per te. Assicurati di rimanere fedele a te stesso/a durante questa transizione: ti meriti di essere felice e di trovare una grande persona.
  • Sviluppa positività per il futuro. Se continuassi a concentrarti sulla tua perdita, ti scoraggerai; pertanto, incoraggiati a sognare un futuro più luminoso, pensa a perseguire i tuoi sogni in modo da avere successo, un giorno. Sviluppa quella positività nel poter trovare qualcuno di meglio per te, e un giorno le vostre strade si incroceranno.
  • Preoccupati di cose produttive. Invece di lasciarti fagocitare dalla depressione, alzati e impegnati a a cercare di diventare la persona migliore nel tuo campo d’azione; concentra la tua energia e i pensieri sui tuoi compiti; studia intensamente, dai il massimo per creare risultati eccellenti. Fai del tuo cuore spezzato un'ispirazione per costruirti.
  • Perdona te e coloro che ti hanno ferito.  Il perdono è importante nel ripristino del tuo cuore e della tua anima. Perdonati e perdona l’ex partner, nonché chiunque altro sia coinvolto nella tua rottura: serve a da poter avere pace nella mente. Il perdono non avverrà da un giorno all'altro, ma attraverso un lavoro quotidiano che, alla fine, ti libererà dal dolore.
  • Non ricorrere a abitudini distruttive. Tagliarsi i polsi, bere senza sosta, assumere droghe o dormire con partner diversi, sono solo alcune delle attività malsane alle quali possono ricorrere i cuori spezzati. Possono aiutare a dimenticare la situazione per un momento, ma il dolore momentaneamente rimosso li terrà bloccati in sé.
  • Non evitare per troppo tempo persone, luoghi e cose che ti ricordano il tuo passato. È normale provare dolore quando vedi persone, luoghi o cose che ti ricordano l’ex. Evitarli è una reazione normale, perché vuoi dimenticare; tuttavia, puoi andare avanti solo quando avrai finalmente superato la paura di ricordare il tuo dolore. Dopo diversi mesi, affronta coraggiosamente queste persone, recati in quei luoghi familiari ed esponiti a quelle cose che ti fanno tornare alla mente molti eventi insieme. Decidi di calpestare questo ricordo più volte finché non ti farà più male.
  • Non correre alla ricerca di nuovi partner. La solitudine potrebbe portarti a cercare conforto tra le braccia di qualcun altro: ciò potrebbe essere pericoloso, dal momento che esporresti la tua vulnerabilità e altri potrebbero trarne vantaggio. Per quanto tu desideri sentirti amato/a di nuovo, non avere fretta di entrare in una nuova relazione, se non hai ancora superato il tuo passato: otre ad essere ingiusto verso la persona che dovesse avere intenzioni serie, sarebbe un problema in più, laddove ti accorgerai di non poter ancora amare di nuovo.
  • Incoraggiati ad essere più attraente. Insieme all’obiettivo di raggiungere i tuoi sogni, cerca di essere più attraente dentro e fuori, e fallo per te. Mantieniti in forma e in salute, trova lo stile della moda che preferisci, sviluppa l’autostima.
  • Rendi il tuo sé spirituale sano. Fai entrare qualsiasi forma di spiritualità, nella tua vita: è un’altra delle tue molteplici realizzazioni future. In questo modo, questa spiritualità “sana” si manifesterà nel tuo aspetto fisico e nella tua predisposizione alla vita. Cerca la guida spirituale che desideri: oltre all'illuminazione, questa ricerca porterà anche guarigione alla tua anima.

Rimedi naturali per supportare corpo e mente

  1. Ignatia: rimedio omeopatico, usato per il dolore acuto e come primo rimedio in caso di shock emotivo.
  2. Fiori di Bach – Sweet Chestnut: molto utile nei momenti di angoscia così grande da sembrare insopportabile.
  3. Bergamotto: olio consigliato quando si ha a che fare con la rabbia, uno dei fattori deleteri per il sistema immunitario.
  4. Yoga: accompagnato da respirazione profonda può aiutare a trasformare i momenti di dolore in momenti di pace.
  5. Esercizio fisco: aumenta la frequenza vibratoria energetica migliora l'umore.  
  6. Olio di rosa: una goccia diluita in olio di mandorle, massaggiata sulcuore, ogni mattina, manterrà aperto il chakra.
  7. Quarzo rosa: ottimo per proteggere il cuore, con gentilezza e decisione.
  8. Ripulisci il tuo spazio: brucia un bastoncino di salvia bianca e lasciati purificare dal suo potere sciamanico.
  9. Massaggio: lasciati coccolare da mani esperte che ti permetteranno anche di rilassarti. Lo meriti.
  10. Fai un bagno rilassante: riempi la vasca con olio essenziale di ylang ylang, 500g di sale Epsom e petali di rosa… e goditi il bagno. Se preferisci la doccia, occupati di scegliere le profumazioni che più ti piacciono e dedicati solo a te.
  11. Biancospino: "rallegra" il cuore e calma i nervi poiché rimedio utile per tristezza, dolore e perdite di qualsiasi tipo.
  12. Mangia cioccolato: il cioccolato contiene serotonina e appaga il palato. Mangia da 25 a 50 grammi di cioccolato fondente al giorno (con dolcificanti naturali - stevia - in caso di diabete o sovrappreso).

 

A cura di Paola Elena Ferri

Per ricevere ulteriori consigli (si tratta di Life Coaching Naturale - no psicoterapia), compilare il form dei CONTATTI.

 

info@paolaelenaferri.info