RIVELAZIONI DI UN ANGELO: IL DECALOGO DEL GUARITORE SPIRITUALE

26.02.2016 15:45

Parlo a te, Anima che ascolta e chiede, e ti parlo attraverso chi ha da imparare e da insegnare, tanto quanto devi e puoi fare tu. Se hai visto la Luce su questa Terra, è stato perché tu condividessi ciò che ti è stato dato in dono, il seme da cui nascerà il grosso albero dai frutti succosi, cibo per lo Spirito che non porta il veleno delle Tenebre ma la Speranza della Vita. Il nutrimento più puro viene dal Cuore, la forza che spinge l’Essenza ad amare senza chiedere nulla in cambio, se non l’Amore stesso.

Ma mi hai posto delle domande e io sono giunto a te per rivelarti i segreti della Guarigione. Non tenerli nascosti e permetti agli altri di modificarli man mano che la loro evoluzione spirituale proseguirà. Se i loro dettami saranno frutto della mente, essi moriranno prima dell’alba di un’altra generazione; se ciò che affermeranno sarà ispirato, i germogli di una nuova Era sigilleranno il patto tra Cielo e Terra. Gli Esseri Umani sono il Cuore pulsante tra lo Spirito e la Materia. Per questo, chi è stato scelto per una missione importante, dovrà tenere a mente ciò che dico:

  1. Non ti è stato dato un Dono perché tu ne traessi un vantaggio economico: accetta solo ciò che ti viene offerto in segno di ringraziamento ma rifiuta chi vuole comprare ciò che crede di voler sentirsi dire. Il futuro è nella mani del libero arbitrio e può sempre cambiare. Perciò, non vendere il presente che non ti appartiene.
  2. Il Dono che ti è stato fatto non ha meriti e non è scontato: fanne cattivo uso e lo perderai. Non potrai aiutare gli altri e ti smarrirai nelle nebbie. Cercherai la strada ma troverai solo ombre. Perciò, custodisci ciò che hai come un Diamante prezioso la cui Luce può scaldare mille altri Cuori. Non spegnere la fiamma e non soffocarla, non alimentarla con l’Ego e il desiderio di onnipotenza, o non avrai più il permesso di accenderla.
  3. Le tentazioni che vivrai saranno ancora più forti: insieme al Risveglio dell’Anima sperimenterai quello dei sensi più materiali. Sta a te farne buon uso, trasformarli in opere e testimonianze, convogliarne l’intensità nell’Amore e nella Passione della Vita. Trasforma le tentazioni in briciole di volontà con cui nutrire chi ti chiede aiuto e poi lascia che impari a cercarsi il cibo con le sue forze.
  4. Più cercherai di raggiungere la vetta, più la valanga ti travolgerà: ostacoli insormontabili ti impediranno il cammino e saranno prove che dovrai superare per verificare quanto forte dia la tua determinazione. Il tuo compito richiede l’altruismo: non potrai metterti al centro del mondo se il mondo avrà bisogno di te. Sorridi e dona Amore, anche quando la tua Anima sanguina e dai tuoi occhi cadranno lacrime incandescenti.
  5. Non ti saranno risparmiate le malattie: devi conoscere la sofferenza per comprendere gli altri. Spesso ciò che ti affliggerà sarà doloroso e ti impedirà di vivere come vorresti, ti renderà vulnerabile e dubiterai delle tue capacità. Cosa credi che provino le persone che sanno di non avere più tempo? Rallegrati del fatto che tutto ciò che sperimenterai sarà temporaneo e che porterà con sé un messaggio. Riconosci il significato nascosto di ogni cosa e accetta di non essere onnipotente. Anche tu sei un Essere Umano.
  6. Non cercare chi ha bisogno di te e lascia che siano le altre persone ad avvicinarsi: non ti viene chiesto di promuovere le tue capacità, né di creare dipendenze. Permetti agli altri di decidere liberamente e, altrettanto liberamente, di dirti addio: soffrirai anche per questo distacco ma tu hai il dovere di insegnare l’arte del volo, non di volare per chi ti chiede di farlo al posto suo. Accetta le offese, se ti rifiuterai di vivere al posto degli altri: chi vuole evolversi, tornerà da te anche solo per ringraziarti. Accogli tutto questo con gioia ma placa l’orgoglio: la superbia è l’inganno più pericoloso della mente.
  7. Qualunque sia il tuo Credo, osservane i precetti: la disciplina spirituale è il primo passo verso la testimonianza. Siete tutti parte dello stesso Universo, profondamente connessi l’uno all’altro, immagini viventi di Colui che ha creato il Mondo. Qualunque sia il modo con cui viene chiamato, sia sempre vivo il rispetto delle differenze: esse non devono dividere, ma completare un unico Disegno di cui siete pittori e soggetti.
  8. Ricorda che nella tua vita c’è anche il gioco: lascia che il divertimento risplenda sul tuo viso e ritorna alla semplicità di quando anche solo un filo d’erba catturava il tuo stupore. Non hai bisogno di tanto per sorridere e nemmeno puoi giudicare chi non è ancora in grado di farlo o si è semplicemente scordato. Vivi nella società in cui ti trovi e cogli il buono che offre, anche nelle nuove scoperte: è grazie ad esse se il progresso ha stimolato le menti di molte Anime che hanno il compito di cambiare le cose. Nel tuo sangue scorre la Madre Terra e anche le tue radici devono essere profondamente radicate in essa, per ricordare le tue origini.
  9. Rispetta la Natura e la Natura rispetterà te. Stabilisci connessioni con gli Elementi che fanno parte di ciò che sei, del tuo corpo, della tua anima, della tua Essenza. Cogli i segni che nessuno mai nasconde se non a se stesso, quando l’intuito comprende di non essere sulla strada giusta. Ricorda che ogni cosa che pensi o che fai diventa una vibrazione che si amplifica in tutto ciò che ti circonda, nello Spirito di ogni cosa che tutto vede e sa. Non puoi mentire.
  10. Mangia ciò che vuoi. Nessuno ti chiede di sacrificare il nutrimento al tuo corpo. Alberi e piante possiedono la stessa linfa vitale che scorre negli animali. Ciascuno deve nutrirsi come può per la sua sopravvivenza. Non giudicare chi non condivide le tue idee: potresti ricevere lo stesso giudizio sul tuo operato, quando sarà arrivato il tempo. Ricorda che chi non ha da mangiare si ciberebbe delle briciole lasciate nel tuo piatto e non chiederebbe da che cosa esse provengano. Cura la fame d’amore: essa non trova quasi mai il nutrimento adatto.

Hai la libertà di modificare ciò che credi, in questo mio decalogo, e ti chiedo di lasciare la stessa libertà a chi decide di rivolgersi a te. Ma non hai la libertà di fuggire dalle regole che ogni guaritore deve porsi per la sua disciplina interiore, norme che non devono mai diventare schemi mentali ma solo tracce di un sentiero che conduce, inevitabilmente, all’evoluzione. Distruggi il potere dell’Ego. Diventa Amore Infinito.

Paola Elena Ferri