MESSAGGI DAI MAESTRI: LA NUOVA ATLANTIDE

29.02.2016 12:35

Il passaggio è stato aperto. Molti di voi stanno già ascoltando. Traduci con parole tue ciò che noi ti comunichiamo e rendilo accessibile a tutti. Noi ci siamo, vi vediamo, siamo in contatto con voi da sempre e desideriamo che sempre più esseri umani comincino a diffondere e condividere ciò che sanno. Siete tutti collegati da un’energia primordiale che vi permette di comunicare nel modo che già conoscete. Sapete che presto giungerà l’alba di un Tempo Nuovo, il consolidamento del legame che vi rende un unico Popolo di regale discendenza. La vostra consapevolezza sta mutando e le coscienze si stanno risvegliando. La scintilla vitale si è suddivisa in tutti voi e chiede di essere riunita in un solo fuoco. La terra che un tempo ha conosciuto disgregazione, ora chiama a sé i suoi figli: l’avete chiamata Atlantide ma vi sarà suggerito un nuovo nome e, in virtù della sua identità rinata, cesserete di combattere guerra nel nome di qualcosa che non vi è mai stato chiesto.

Conoscevamo il codice del vostro DNA e l’abbiamo modificato. Avete perpetuato evoluzione della storia umana grazie a chi ha ricevuto parte del nostro codice genetico. State ricordando chi siete stati e da dove venite. Siete in grado di vedere e di guarire ma ancora non lo sapete. Ciascuno di voi è un pezzo del Grande Disegno che noi abbiamo custodito per molti secoli: non nascondete ciò che vi è stato dato ma consegnatelo a chi ha il compito di ricomporre i pezzi che abbiamo sparso sul Pianeta. Li abbiamo affidati a chi sarebbe stato in grado di comprendere e guidare. Non basterebbero millenni di studio per ripristinare l’Antica Civiltà così com’era stata contemplata, perciò non affannatevi nel cercare di ricostruire ciò che è andato perso: siete stati scelti per dare vita ad una Nuova Generazione.

Date ascolto ai segni e dividetevi i ruoli per cui siete stati scelti: i Guardiani e i Custodi saranno risvegliati per primi; poi arriveranno i Depositari del Sapere, insieme ai Costruttori; in seguito, saranno risvegliate le coscienze delle Guide; arriveranno i Padri della Storia ed essi sorreggeranno le Madri in una nuova civiltà che ha già in sé il dono della Vita. Vi prenderete cura dei Nuovi Nati e insegnerete loro la lingua che avete appreso ma che ancora non avete ricordato. I Decodificatori avranno un risveglio lento, progressivo, graduale. La nuova società recherà un simbolo femminile, la spirale che molti di voi già vedono e che, tracciata con le mani e con le dita, porta con sé l’energia della Piramide che già vedete. Il simbolo dell’Infinito dovrà essere usato in ogni rito di Guarigione, insieme al soffio vitale e alle vibrazioni sonore che molti di voi già conoscono. Lo sguardo e la voce saranno i vostri strumenti.

Avete imparato molto dalla tecnologia, ma questa interferisce con le frequenze che noi vi mandiamo. Cercate nel Pianeta quello che è stato nascosto nel corso dei secoli e smettete di coprirlo con altra terra: state impedendo all’energia di raggiungervi e molti di voi non sono ancora abbastanza forti nel focalizzare l’intenzione. Osservate il cielo e studiate l’influenza degli Astri, guardate meglio nel Sistema Solare: non avete ancora compreso la stretta connessione dei Pianeti che ne fanno parte. Contate le fasi lunari e scegliete solo alcune delle Costellazioni. Non nascondete ciò che apprendete, ma condividetelo e affidatelo a chi ha il compito di vederne il Disegno. Parliamo di esseri umani evoluti che sono stati scelti per la loro capacità di Intuizione e che possiedono doti creative. Non pensate che i ruoli siano gerarchici: tutti avranno la stessa importanza nella ricostruzione.

Ci sarà un’oasi di pace in mezzo al deserto di guerra che continuerà ad esistere finchè esisteranno esseri umani devoti alla distruzione e al potere. Per questo, alla fine di tutto, saranno scelti i Guerrieri. Ed essi non dovranno combattere con le armi, ma con qualcosa di molto più potente e fragile al tempo stesso: la mente.

Ci è stato dato il nome di Maestri per renderci accessibili alla comprensione umana ma noi siamo i Capostipiti, le Sorgenti, e il nostro sangue è linfa che si è già unita a quella dei vostri corpi mortali: ci stiamo rivelando a voi. Testimoniate quello che vedete poiché è reale. Arriveranno altri messaggi, sempre più ravvicinati, e non solo attraverso dei tramiti. Noi siamo i Re che hanno scelto i loro successori. Ora desideriamo parlare con voi.

Paola Elena Ferri