IL TEMPIO SACRO – IL VIAGGIO NELL’ANIMA

01.04.2016 19:56

Hai visto la luce del mondo esalando il tuo primo respiro; ora, questo diventa parte integrante del processo di trasformazione che metti in atto nella tua Anima. Il silenzio nella fase del passaggio è lo scenario che accompagna ciò che compi con la mente e con lo spirito, elementi fondamentali che il Cuore unisce e tiene stretto a sé. Il viaggio interiore non è scevro da ostacoli e non nasconde le sue insidie. Ricorda l’inizio del cammino come monito per ciò che vedrai accadere passo dopo passo.

Prima di aprire il Portale della Dimensione Interiore, chiedi il permesso alla tua Anima di poter accedere al Tempio che la racchiude e che in molti chiamano corpo: esso non è composto unicamente da materia solida, energia densa che si muove più lentamente del pensiero, ma è un agglomerato cosmico di elementi provenienti da ogni dove, spesso invisibili, eppure presenti ed inevitabili. Ogni tua cellula, tangibile o solamente percepibile, racchiude in sé lo spirito vitale che chiede il tuo rispetto, la tua premura e l’intenzione più nobile che ti impedisce di violarlo ma solo di amarlo con tutto il tuo Cuore. Non esiste la perfezione apparente: essa è fatta di Luce che si riverbera nello sguardo e arriva fino alla superficie della pelle, anche quando è scarnificata dal dolore o dalla malattia. La vera bellezza è l’intensità con cui usi questa Luce Divina, creando in lei una forma più sublime che nemmeno il tempo potrà mai scalfire.

Chiedi il permesso di accedere e attendi: potrebbe volerci un po’, prima che tu possa entrare dentro di te con la purezza che ti viene richiesta. Non puoi compiere un cammino dentro la tua Anima trascinando nel tuo viaggio i residui di tutto ciò che potrebbero macchiarla, rovinarla, persino distruggerla. Non avere fretta nel procedere e spogliati di tutto ciò che non ti serve e che appesantisce ogni tuo passo: il primo passo che devi compiere è il momento più importante del viaggio stesso perché determina la tua volontà nel volerti unire al nucleo della tua Essenza. Prendi il tuo tempo e lascia che tutto accada, anche laddove le ombre cercheranno di strappare via da te il desiderio di essere simile all’Aria: tutto fa parte del processo di crescita e il cammino non avrebbe alcun senso se tu non dovessi combattere contro energie che cercano di minare le tue intenzioni, ed esse possono manifestarsi come stati emotivi, situazioni difficili o parole di rimprovero da parte di chi desidera trascinarti nel suo vortice oscuro, solo per non vederti mai volare. Rafforza la tua determinazione e fa’ che essa sia uno Scudo col quale proteggerti ma senza mai isolarti dal mondo, poiché di esso tu fai parte e non ti viene chiesto di combatterlo.

Quando sarà il momento, comprenderai di poter accedere al Portale Dimensionale: non ci sarà più quella paura di poter incontrare parti di te che fino a quel momento pensavi di non poter affrontare, perché saprai che le amerai e che sarai in grado di perdonare, dimenticare, ricominciare. Non avrai più nulla da perdere: tutto, alle tue spalle, è diventato come un ammasso di macerie dopo il caos. E’ il tempo passato che ha chiesto e ottenuto di essere raso al suolo per poter dare la vita ad un nuovo passaggio, l’ingresso ad una nuova realtà in cui tu realizzerai ciò che sei, progredendo nella Conoscenza ed elevando il tuo Spirito fino a condurlo alla trasformazione alchemica dell’Oro che è già pronto per essere plasmato. Lasciando alle tue spalle ciò che non ha più ragione di esistere, tu conquisti quella leggerezza che ti permette di accedere alla tua Anima immersa nella Luce: il tuo corpo si trasmuta e diventa piccolo ma senza mai spegnersi nella realtà tridimensionale. Il tuo pensiero diventa nuova Essenza che riconosce l’energia animica e in essa può disperdersi e tu puoi compiere quel passo che sembrava non conoscere mai la strada.

L’accesso al Portale è simile ad un vano che si apre in un Triangolo luminoso, la perfezione cosmica che ti chiama da tempo immemore. Entra nella Luce e vai verso l’ombra lieve che cela i tuoi segreti: all’inizio, tutto è sempre immerso nell’oscurità dell’ignoto ma, dopo aver mosso i primi passi, gli occhi si abituano alla penombra che porta con sé i misteri più insondabili e suggestivi con i quali puoi costruire un nuovo Tempio, ed esso non sarà solo fisico ma si concretizzerà con gli insegnamenti che porterai con te dal tuo viaggio interiore e dalla consapevolezza che questo accrescerà con il tuo spirito. Procedi senza paura della paura, il vero nemico che impedisce all’Anima di rivelarsi nella sua Luce straordinaria nel vano tentativo di ingabbiarla in tutto ciò che non è vita. Potresti mai chiudere lo Spazio dentro ad una scatola? Conosci la risposta ed essa vale anche per l’Essenza inviolabile che porti con te da quando hai iniziato ad esistere, in ogni piano, a tutti i livelli di tempo, attraversando le varie Dimensioni.

Guarisci le ferite che ancora sanguinano e fallo con amore: tutto ciò che sfiorerai con la purezza delle tue intenzioni si perpetuerà anche al di fuori di te. Sarai in grado di riconoscere i segni che il tempo ha lasciato sulle altre Anime e saprai come accarezzarli senza mai lacerarli. Avere cura degli altri ti rende in grado di sviluppare l’empatia, l’Unione più sacra che l’Universo possa mai concedere ad un essere vivente poiché va al di là del tempo e dello spazio. Conoscere le tue emozioni ti aiuta a gestirle, nello stesso modo con cui si doma un cavallo nato libero e che scalpita senza avere una direzione: questo non significa che creerai una prigione intorno a te ma bensì che indirizzerai le tue energie più nobili verso il Bene Supremo di ciò che sei e che permea ogni creatura. Insegna al tuo purosangue interiore la strada che conduce alla vera Conoscenza, alla consapevolezza e all’Amore, e lascia che il suo istinto ti conduca verso le vette più alte che la Vita possa mai offrirti: questo sarà il dono che ti verrà concesso quando avrai imparato a creare l’Armonia nel tuo Cuore e intorno a te, nel tuo Spazio sacro immerso nella Luce infinita di cui vedrai la Sorgente quando il tuo viaggio giungerà al culmine.

 

Paola Elena Ferri