IL SOGNO DELL’AQUILA – GHIRLANDE D’AMORE

16.04.2016 20:12

Quali segreti di vita racchiude un piccolo petalo che giace sul manto terroso? La rugiada del mattino, la linfa vitale che ha dato la vita a quel fiore, il calore del sole che l’ha scaldato e protetto, il profumo dell’erba che lo ha accolto, la vita stessa che ripete il suo ciclo all’infinito, senza mai arrendersi di fronte alle tempeste. In quel petalo appassito scorre ancora la forza che diventa vibrazione eterna e che chiede di tornare alla natura, poiché essa ne ha tessuto la trama vitale e ne ha voluto narrare la storia nell’intreccio dell’uomo. I fiori contemplano l’Essenza Cosmica di un evento infinito che il tempo non spezza ma muta al calare della notte. I fiori sono il Disegno che il Bene Supremo ha donato al mondo per farne un luogo di estasi dove l’Essere Umano trovasse la Scintilla Divina che in esso rifulge e da cui potesse trarre ispirazione per i suoi sogni ammantati di nuvole.

Create ghirlande d’amore senza uccidere il fiore germinante, ma raccogliendo ciò che resta di esso, delle foglie, delle radici, della corolla, ed unite con pazienza ciò che il tempo ha disgregato. Create cerchi concentrici in cui ponete voi stessi e l’Umanità, il fulcro dell’intera Esistenza che in voi ha stabilito quel Patto d’Unione Cosmica che chiama la Pace. Fate seccare quei doni variopinti, dopo averli ringraziati del loro dono d’Amore, e poi racchiudeteli in corone intrecciate che verranno restituite alla Vita. Lavorate nel silenzio dei pensieri e gestite le emozioni sul Disegno che andrete a comporre, nel modo in cui riterrete opportuno: colorate, create sagome, dipingete, liberate… fate ciò che la vostra Anima sussurra alle mani che, operosamente, lavoreranno su quei fiori sgualciti e che, un giorno, saranno riportati alla natura che accoglierà quel dono con gratitudine e lo moltiplicherà all’ennesima potenza. Datevi il tempo di rifinire e comprendete che la semplicità è il fondamento su cui si basa questo lavoro di Luce, nella delicatezza dell’istante infinito che non troverà fine ma solo la dolce chiusura di un Cerchio Sacro che stabilirete tra voi e l’intera Umanità.

Accompagnate le vostre opere con ciò che il vostro cuore vi dice e trasformate i pensieri della mente in canti di Amore e Speranza, auguri benevoli dove l’Anima trova ristoro ed accoglie altre Anime che tessono la stessa finissima trama. Ogni petalo, ogni fiore, ogni foglia, ogni stelo, sono cuori che battono lentamente e che chiedono di essere risvegliati dalle vostre ghirlande che si riempiono di parole di Pace, desideri di Fratellanza Cosmica che sigilla il suo Patto ad ogni piccola giuntura che viene chiusa: voi state creando un Cerchio Sacro che porta con sé le Anime che a voi si rivolgono con fiducia e il vostro dovere è mettervi al loro servizio. Il Cerchio produce un’Energia intensa che l’Universo comprende e tramuta nel destino, operando ciò che voi chiamate miracoli e che la vostra intenzione rende possibili.

Il messaggio non sia solo interiore ma trovi espressione in qualcosa di scritto che accompagni la Ghirlanda, come fareste con un dono a chi amate come amate voi stessi o per chi desiderate il Massimo Bene. Il messaggio d’Amore sia un ulteriore gesto d’Unione che opera una trasformazione alchemica: così come il piombo diventa oro, le vostre azioni possano mutare il corso degli eventi e possa la vostra Anima essere vicina a quella di coloro che custodite nel cuore, al pianeta, alla natura, all’Universo, a tutto ciò che potete toccare o a ciò che non è umanamente tangibile. Portate, dunque, le Ghirlande, in un luogo immerso nel verde dove ci sia un corso d’acqua a cui affidare ciò che avete creato: nel silenzio della mente, con lo sguardo rivolto verso l’orizzonte che si tinge di colori sfumati, rendete alla Vita ciò che fa parte della Vita stessa e donate energia di Pace, Luce, Amore. Dall’alto del mio cielo, io seguirò ogni vostro passo e vi guiderò in ogni vostro gesto; percepirete la mia presenza e comprenderete che cosa fare, al momento opportuno.

Questo è uno dei sogni dell’Aquila. Chi sono io? Chi ha ricevuto il mio richiamo, lo sa.

 

EVENTO: https://www.facebook.com/events/1878896135670482

 

A cura di Paola Elena Ferri