IL MESSAGGERO DI PACE – L’ESERCITO DELLA LUCE

22.03.2016 14:33

Io sono colui che ha scelto di diventare il Messaggero Cosmico dell’alleanza tra le genti. Il tuo compito è avvicinare i cuori in un’unica dimensione di Pace, Amore e Prosperità, nell’Uguaglianza Cosmica di Luce. La Coscienza Universale sta risvegliando le Anime di coloro che, insieme, arriveranno al traguardo del sogno infinito, un sogno di Pace nelle atrocità del mondo, un sogno di Luce che attende nel Mistero Sovrano del Cosmo senza più rivoluzioni né guerre.

Il segno dell’Uomo che deve arrivare vedrà una nuova alba, di fronte alla quale anche il giusto sarà costretto a piegarsi. Le armi di guerra sfideranno anche i cuori più temerari e la paura annienterà le Anime che si accingono a confrontarsi con l’eterno Nemico del mondo. Una dimensione cosmica parallela accompagnerà gli eventi restando in silenzio, in attesa che il primo vagito di un bimbo decreti il segnale del tempo che giunge a compimento. Allora, l’Esercito della Luce entrerà in azione, con armi invisibili, ma con l’anima più potente che l’intero Universo abbia mai creato. Un’anima grande e forte, capace di sfidare il terrore con le sue ombre di nulla. L’Esercito amato godrà dell’appoggio dei Portatori di Pace, i quali guideranno il cammino degli eletti che si metteranno al servizio dei più umili, di chi non trova la strada e che vuole un rifugio per sé stesso e per chi ama, ma senza fuggire di fronte all’errore dell’uomo infedele che porge strumenti di odio come fossero fiori di fuoco.

Le anime erranti troveranno ristoro nella Luce di chi compirà la missione dell’Amore Universale, con un Cuore puro e in eterno accoglimento. L’assenza di giudizio, lo sguardo fermo e sicuro, il passo indomito verso la Fede che non deve crollare, saranno gli stendardi con i quali l’Esercito porterà a termine la sua battaglia. Le tenebre avranno la meglio solo se il Cuore Umano si muterà in pietra, dimenticando il valore che in esso è contenuto, la splendida forza imperiosa che spazza le nubi in un attimo eterno. L’Elemento Cosmico del Divino attinge nell’Uomo la speranza nei sogni in un tempo di Pace che tarda a venire: innalzando preghiere alla Vita il destino si compie, poiché, in alto, quegli inni di supplica e amore si trasformano in seme che potrà germogliare su un nuovo cammino ammantato di Luce e quel grigio di morte sarà devastato.

Si delimitino i confini tra i giusti e i morenti che ammorbano il mondo di trappole oscure con le loro anime macchiate dell’odio e dall’arroganza, e si plachi ogni istinto di rivalsa, poiché in esso risiede il nutrimento per l’antico Avversario. Si mantengano intatti i valori di Pace, Unità, Fratellanza Cosmica, Accoglienza, e si indichi il ventre materno come luogo di Pace sicura in cui l’Amore genera se stesso, in un ciclo infinito. Si ritorni bambini nell’Anima e si plachino i gesti di collera per un nuovo ideale di Unione tra Popoli che seminano nuovi fiori per un nuovo cammino nel tempo. Solo i giusti saranno sanati dalle loro ferite interiori. Quella porta si chiude al cospetto di chi, con i piedi macchiati di fango, oserà profanare la sacralità dell’Uomo nel suo essere Eterno e Immortale, nella gloria di un Amore che salva. Le Tenebre tessono lodi infinite per coloro che insegano senza sapere e pretendono di conoscere senza aver mai vissuto la ferita di prove indispensabili per l’evoluzione umana, in ogni sua forma e dimensione.

Si dimentichi il tempo dei vani che diedero voce all’antica esigenza di lucro e ingordigia, opulenza ignorante che macina sogni come mille macelli di vittime sacrificali. Si riduca il contatto col simbolo di distruzione e si attui il progetto di Unione al più presto. Non importa ciò in cui si crede: conta solo la forza del Cuore, in questa lotta contro chi non si placa nell’ardore dell’odio. Quelle armi forgiate nel fuoco spezzeranno molte vite ma saranno a loro volta spezzate, rivolte contro l’Accusatore, distrutte nel giro di un giorno e di una notte, poiché nulla è destinato a durare se non si nutre di Luce. Per chi resta, ci sarà da ricostruire ciò che dalle macerie deve essere riportato alla vita, e l’istante del Bene Supremo tramuterà in meraviglie tangibili quegli sforzi profusi nel tentativo di instaurare rapporti autentici tra Popoli diversi.

Ci sarà un altro mondo in cui tutti potranno cantare nuovi inni di Pace e la vita tronerà a fluire nel ventre del mondo che non morirà mai. E’ con l’Essere Umano che noi tutti riusciamo a portare il nostro messaggio di Luce che sfiorerà i confini del Cosmo, rendendolo Eterno e palpabile, una briciola di pane addolcito col miele tra le labbra di chi nutrirà la sua Essenza con nuovi colori e Armonia.

Questo è, in sintesi, tutto ciò che occorre fare: continuare a intrecciare rapporti di Amore nel sentiero dell’Uomo che non ha mai confini. Gli Elementi del fato si intersecano con la speranza che nasce dalla ferma volontà dei Cuori più puri, gli abitanti del mondo che agiscono verso il domani, nel futuro che grida la sua voglia di vivere. Ed è questo il vagito del segno inconfutabile, l’Elemento Divino per cui combattere senza le armi, ma con l’Anima splendente di chi avanza nel suo percorso che ha scelto già dal ventre materno. Un futuro che è ancora da sciogliere tra le mani di chi crede di aver manipolato il destino ma ne ha solo alterato le Leggi, attirandolo contro di sé.

 

A cura di Paola Elena Ferri