GLI ALTAIRIANI

05.09.2016 17:17

Altair è la stella più luminosa della costellazione di Aquila (l'Aquila). Si trova ad una distanza di circa 16 anni luce dalla Terra, e il suo colore è giallo pallido. La comunità scientifica è molto interessata a Altair, in quanto è uno dei luoghi da cui sono stati ricevuti i segnali radio che non sono ancora stati scientificamente spiegati (I segnali sono stati ricevuti il ​​17 febbraio 1990 da un astronomo ucraino). Altair ha svolto e svolge un ruolo importante nella storia galattica degli esseri umani. La sua "civiltà fu colonizzata da Vega e, nel suo sistema, sono stanziati anche alcuni Siriani, simili ai Pleiadiani. La civiltà di Altair è tranquilla e contemplativa, dato il pacifico orientamento filosofico. Non sono attualmente coinvolti nell'esplorazione dello Spazio. Alcune fonti, tuttavia, ne attribuiscono un ruolo più attivo e imparentano gli Altairiani con i Draconiani. E’ contemplata anche la presenza militare da parte di Grigi collaborativi. Si sostiene, altresì, che esista un “gruppo misto” che abita sul Quarto pianeta del sistema Altair, chiamato Altaira. Questo pianeta sarebbe abitato da una razza "nordica" (o biondi) che coopera con una razza di Grigi.  Vi sono anche Altairiani dall’aspetto umano, alcuni dei quali si ritiene collaborino con il Governo degli Stati Uniti.  Su Altaira, inoltre, si sostiene che sarebbe stata ospitata parte di un'organizzazione chiamata 'L'Alleanza’, un gruppo di Alieni Nordici. In ogni caso, Altair ha probabilmente avuto un ruolo importante in Egitto: come le tre piramidi di Giza rappresentano le tre stelle della cintura di Orione, così la piramide di Esna rappresenta Altair.

Su Altair vi è la sede centrale di un collettivo noto come "Corporazione", il quale mantiene legami con la Ashtar e con i Draconiani. Si tratta di un gruppo di extraterrestri che intervengono per aiutare l'umanità. Questa categoria è composta da due diverse categorie, chiamate 'Nordici' e 'Semiti' che provengono da Altair Alpha Centauri: sono umanoidi altri tra i 2,10 m e i 2,50 m di altezza; i primi mantengono colori chiari (capelli, occhi, pelle, eccetera), mentre i secondi hanno caratteristiche più variegate, a seconda degli incroci da cui discendono. Gli alieni provenienti da Altair hanno colonizzato il sistema delle Pleiadi, molto tempo fa. Gli extraterrestri Pleiadiani dell'aspetto umano sono, in realtà, ancestralmente Altairiani.

Caratteristiche degli Altairiani presenti sulla Terra (diffuse anche in altre stirpi ma peculiari e particolarmente spiccate in questa discendenza):
- entro i primi 5 anni di vita, la persona ha percepito qualcosa di diverso dalla realtà ordinaria, sia in modo manifesto che semplicemente percettivo, oppure uno solo dei due casi (in genere, tuttavia, entrambi);
- si è attratti dall'aquila senza comprenderne il motivo e tutte le notizie riportate sembrano comunque insufficienti a soddisfare la curiosità dell'anima che sente senza sapere, eppure "riconoscendo";
- la spiritualità interiore è molto elevata, spesso tramutata in sensitività che si tende a mantenere segreta, come se si avvertisse un'importanza particolare che chiede più riflessione che manifestazione; non si è contrari alle religioni ma alle Istituzioni che le rappresentano;
 - si ama la solitudine pur non isolandosi dal mondo e si tende all'indipendenza mentale anche in condizioni di immobilità forzata;
- lo spirito è combattivo, soprattutto nelle donne, guerriero tra gli uomini ma, in ogni caso, mai per fare del male e solo per difendere dalle ingiustizie senza, tuttavia, infierire ingiustamente;
- si desidera la verità sopra ogni cosa, insieme alla libertà;
- gli ideali sono preponderanti rispetto alla gloria effimera e, spesso, si compiono scelte impopolari per mantenere saldi i traguardi prefissati, anche a costo della povertà economica e dell'emarginazione sociale;
 - si desidera che il prossimo non soffra e si vorrebbe poter guarire le malattie (alcuni hanno doti di “energetiche” ma non tutti ne sono consapevoli);
- anche nei momenti di difficoltà ci si mantiene integri nei propri valori, senza cadere in facili compromessi o in soluzioni che nascondono insidie pericolose per gli altri e per se stessi;
- la forza interiore è sviluppata e spesso deve essere mantenuta sotto controllo per non trasformarsi in aggressività di cui non si conoscono le cause;
 - si avverte una risonanza con Atlantide, l'Antico Egitto, il Messico, il Graal, la Maddalena e il rapporto con Gesù, il Cosmo intero;
 - si desidera creare unione e si hanno spiccate doti di leadership.
- l’aspetto fisico ha qualcosa di “aquilino” (come il naso, il viso ovale con mento più appuntito, gli occhi più infossati, le unghie affilate o con crescita veloce...) e anche la postura del corpo e la gestualità sono precise (si tende a camminare più rapidamente degli altri, il tono della voce è deciso, lo sguardo è diretto e penetrante, ...), eccetera.

 

Paola Elena Ferri

 

Contattaci